We4Robot (7 Giugno 2017)

7 GIUGNO 2017, FESTA DELLA SCUOLA PRIMARIA DI QUARTO, STRADA REGINA 24, QUARTO (PC) – Google Maps

di Elena Zilioli

Università di Milano-Bicocca, Robot, Lego, computer … sono bastate queste 4 parole per accendere l’entusiasmo della classe 4° di Quarto, un piccolo paese della provincia di Piacenza, e il desiderio di sperimentarsi in un percorso del tutto nuovo.

Curiosità, aspettative, interesse e tanta attesa verso qualcosa di totalmente sconosciuto, ma che aveva forte attrazione, hanno caratterizzato tutto il percorso. Ma quale l’immaginario dei bambini? Tutto è cominciato con disegni e rappresentazioni del robot, realizzato così come lo immaginavano prima dell’incontro reale in classe con i kit a disposizione. Da qui lo stupore, la meraviglia, l’interesse, la motivazione a capire il funzionamento di questi nuovi amici.

Ogni lunedì, grazie alle indicazioni ricevute negli incontri di formazione del corso “La robotica educativa: metodologie di progettazione, conduzione, e valutazione di esperienze didattiche in contesti scolastici ed extrascolastici” organizzato da Unimib, la classe sperimentava la costruzione di robot, l’uso dei Pc, il lavoro di cooperazione, gare, giochi, tutto documentato attraverso gli strumenti ricevuti durante il corso, dove ogni volta si riprogettava con nuovi stimoli. Inizialmente le sfide erano soprattutto l’esplorazione e la costruzione dei robot, fasi in cui si è iniziato a fare attenzione al linguaggio, che poco a poco si fa sempre più tecnico e specifico, perché “se è costruito male il robot non funziona”. In questa fase una forte motivazione era data dal capire il perché non funzionavano, “l’ingranaggio è messo nel modo sbagliato”, “hai montato un pezzo al contrario!”.

Poi si è passati alla fase della programmazione, e grazie al contributo degli esperti che tenevano il corso, ci si è sperimentati come programmatori alle prese con codici e pseudocodici. In ogni incontro a scuola, dopo la fase di costruzione dei robot,  i bambini hanno sperimentato il ruolo di programmatori, hanno costruito codici, ragionato sul linguaggio e sulla trasformazione da “pseudocodice a Codice” attraverso osservazioni, ipotesi e riflessioni. Il linguaggio si è affinato, precisione è diventata la parola d’ordine, e a poco a poco,  “i comandi aumentavano”, fino a poterli padroneggiare quasi tutti. Tutto questo ha portato a costruire già in itinere l’evento di fine anno, motivati dal  desiderio di rendere visibile quanto sperimentato, desiderio che li ha portati a decidere di aprire le porte della scuola primaria di Quarto.

I bambini, il 7 giugno dalle 14.00 alle 16.00, presso la scuola che si trova in Strada Regina 24 a Quarto (PC) cercheranno di far vivere ai visitatori tutte le esperienze vissute mettendo in gioco tutto ciò che hanno sperimentato per condividere quanto vissuto in questo anno scolastico.

Lo spazio sarà suddiviso in tre aree.

  • Area 1: spazio mostre. Disegni e cartelloni per raccontare il lavoro svolto e pannelli esplicativi dei comandi da utilizzare.
  • Area 2: meta cognizione. l’alunno tutor, attraverso un’interazione attiva con i visitatori, illustrerà lo sviluppo delle competenze attivate in questo percorso.
  • Area 3-4: programmazione: ci sarà la possibilità di sperimentarsi in sfide tra robot del Kit Lego WeDo, e del Kit EV3

“Ho capito che M. lavora meglio di me…..”  questa frase di T. è espressione di una robotica che non è solo tecnologia ma ha anche una forte valenza educativa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *